Important statement on COVID-19.  Learn more

Sule Kangangi è il nuovo Global Ambassador di Giant!

lunedì 20 dicembre 2021

Team / Atleti

Giant ha ampliato la sua partnership con il pro racer keniano Sule Kangangi, che rappresenterà il marchio come ambasciatore globale a partire da gennaio.

Ex corridore professionista su strada e terzo classificato al Tour du Rwanda 2017, Kangangi è passato quest'anno alle corse gravel e off-road in qualità di ambassador di Giant Kenya. Per il 2022, Kangangi amplierà il suo ruolo diventando ambassador globale del marchio e concentrandosi sulle principali gare XC, gravel e marathon in Africa e non solo.

"Le corse gravel rappresentano una novità in Africa orientale ma, vista la crescente attenzione che viene riservata ad eventi come la Migration Gravel Race, siamo entusiasti di vedere questa community rafforzarsi ogni giorno di più", ha affermato Kangangi. "Sono davvero contento che Giant si unisca a me nella missione di mostrare alle persone qui a casa, e in tutto il mondo, che questo tipo di disciplina può portare nuove opportunità ai ciclisti ovunque si trovino".

Kangangi ha iniziato a correre una decina di anni fa all'età di 22 anni dopo aver visto una competizione nazionale attraversare la sua città natale di Eldoret nella Rift Valley del Kenya. Rispetto alla corsa, che è uno sport molto popolare in Kenya, il ciclismo agonistico riceve meno attenzione. Senza il supporto strutturato di un programma di sviluppo o di una squadra nazionale, è difficile per piloti di talento come Kangangi raggiungere i massimi livelli di questo sport.

Nonostante le difficoltà, Kangangi ha iniziato a gareggiare come dilettante, correndo per squadre locali e acquisendo esperienza in piccole gare in Europa e Australia. Nel 2016 ha firmato con i Kenyan Riders Downunder, un team UCI Continental composto da corridori provenienti da Kenya, Australia e Nuova Zelanda. Un anno dopo Kangangi è passato a Bike Aid, una squadra Continental con sede in Germania.

Dopo tre anni con Bike Aid, Kangangi ha deciso di concentrarsi sul gravel e sulle competizioni off-road. Oltre ad essere un corridore, è anche coordinatore per il Progetto Amani, un'organizzazione volta a creare maggiori opportunità per i ciclisti dell'Africa orientale.

Il progetto Amani organizza la Migration Gravel Race in Kenya, che quest'anno ha attirato ex corridori del WorldTour tra cui l'americano Ian Boswell, vincitore della gara gravel Unbound 2021 in Kansas, e il professionista olandese Laurens ten Dam, che ha vinto la gara di quattro giorni attraverso la riserva naturale di Masai Mara.

In previsione del 2022, Kangangi si sta concentrando su diversi eventi MTB, gravel e marathon. Si allenerà e gareggerà principalmente sulle nuove Revolt Advanced Pro e Anthem Advanced Pro 29.

"Mi sto già allenando con le mie nuove bici Giant e non vedo l'ora di iniziare a correre con loro", ha detto Kangangi. "Ho grandi progetti per il 2022. Oltre ad aiutare a organizzare eventi e far crescere lo sport qui a casa, gareggerò in alcune delle più grandi gare in Africa, Nord America ed Europa".

Il calendario delle gare 2022 di Kangangi include la Rwanda Epic e Cape Epic a marzo oltre ad alcuni eventi gravel iconici negli Stati Uniti, tra cui Unbound in Kansas e SBT GRVL in Colorado.

Per ulteriori informazioni su Sule Kangangi, clicca qui.

E per seguire le avventure di Kangangi, dai un'occhiata alla sua pagina Instagram.

Condividi