Missione "4x4000" Compiuta: Davide e Pietro portano a termine un'impresa da record!

lunedì 27 luglio 2020

Giant

"Quell'idea che all'inizio sembrava un pò campata per aria e che è nata quasi per caso durante un periodo difficile, si è rivelata una della cose più belle ed emozionanti che abbiamo mai fatto". Davide Cheraz e Pietro Picco hanno recentemente concluso la loro avventura "4x4000" che li ha portati a scalare quattro cime da 4000m e oltre in quattro giorni.

"Quattro giorni di divertimento e condivisione". Questa la prima impressione di Davide Cheraz e Pietro Picco, atleti e amici valdostani che hanno portato a termine la sfida del "4x4000".

Spinti dalla passione per la montagna e lo sport, sono partiti da Courmayeur per scalare nell'ordine il Monte Cervino, il Monte Rosa, il Gran Paradiso e per concludere il Monte Bianco spostandosi da una montagna all'altra in sella alle loro bici da corsa Giant TCR 2021 prima di rientrare a Courmayeur dove sono stati accolti da un bagno di folla.

Davide (ultratrailer del Team Salomon Italia) e Pietro (guida alpina) sono riusciti a coniugare il loro amore per l'alpinismo e per il ciclismo, realizzando una performance che rimarrà nel libro dei record per molto tempo. I due ragazzi si sono supportati a vicenda durante la scalata: "Nella parte in bici ho dato una mano a Pietro facendolo stare a ruota" racconta Davide "Lui, invece, mi ha aiutato molto nelle parti in quota, soprattutto sul Cervino che è stata la cima più impegnativa". Così i due atleti sono riusciti a portare a termine la sfida da 500km complessivi e oltre 15.500m di dislivello.

Ma le difficolta' non sono mancate, soprattutto in partenza: "Prima di tutto dovevamo guardare il meteo e trovare quattro giorni di bel tempo consecutivi" - spiegano i due - "Dovevamo anche tenere conto delle condizioni delle vie. La situazione non era facile da gestire e una scelta sbagliata poteva compromettere tutto ma fortunatamente le condizioni sono state migliori di quelle pronosticate inizialmente e così siamo riusciti a completare il nostro "4x4000". La preoccupazione dovuta al meteo ha reso ancor più emozionante l'intera sfida, tanto che all'arrivo ci siamo messi a piangere entrambi".

Concludono i ragazzi: "Quell'idea che all'inizio sembrava un pò campata per aria e che é nata quasi per caso durante un periodo difficile, si è rivelata una della cose più belle ed emozionanti che abbiamo mai fatto".

Una vera e propria impresa che vuole essere anche un tributo alla Valle d'Aosta, territorio al quale i giovani valdostani sono straordinariamente affezionati.

Diverse testate e telegiornali hanno parlato dell'impresa di Davide e Pietro: per vedere il servizio sul "4x4000" del TG2, clicca qui.

Condividi

Più news

Sezione news