Matthews inarrestabile al Tour de France!

domenica 17 luglio 2022

Team / Atleti

Mentre il Tour de France 2022 entra nella sua ultima settimana, il Team BikeExchange-Jayco può guardare indietro a una grande seconda settimana che ha visto la squadra segnare una coraggiosa vittoria di tappa da parte di Michael Matthews e una serie di altri momenti salienti della più grande corsa a tappe dell'anno.

Matthews ha bussato alla porta dall'inizio del Tour di quest'anno, guidando in modo aggressivo e segnando due secondi posti dolorosamente vicini nella fase 6 e nella fase 8. Mostrando una forma eccezionale e uno stile offensivo, era solo questione di tempo prima che il Il 31enne australiano, ex vincitore della classifica a punti al Tour, ha sfondato per la vittoria.

Quella svolta è arrivata nella tappa 14 di sabato, una dura corsa di 192 km attraverso il Massif Central che ha caratterizzato cinque salite classificate e 11.000 piedi di dislivello in una giornata torrida. Matthews faceva parte di un grande gruppo in fuga che si è separato presto dal fronte. Ha lanciato un attacco in solitaria a 50 km dalla fine e alla fine è stato raggiunto da altri tre mentre si avvicinavano alla salita finale dell'aerodromo di Mende.

Matthews ha dovuto scavare a fondo sull'ultima salita dopo che l'italiano Albert Bettiol ha attaccato, ma è stato in grado di tirare fuori l'italiano, quindi salire in vantaggio nell'ultimo chilometro. Tagliando il traguardo in solitaria sulla sua Giant Propel Advanced SL con ruote CADEX WheelSystem , l'australiano ha allargato le braccia, ha guardato il cielo e ha assaporato la sua prima tappa del Tour in cinque anni.

"Penso che questa sia praticamente la storia della mia carriera", ha detto Matthews, che ha indossato le nuove scarpe Giant Surge Pro e il casco Rev Pro per vincere. “Ho avuto così tante montagne russe, alti e bassi. Quante volte sono stato schiacciato, per rialzarmi sempre. Penso di voler solo mostrare a tutti che non sono solo un velocista, posso anche guidare come ho guidato oggi e stavo solo pensando a mia figlia sull'ultima salita, fino al traguardo, ea mia moglie. Quanto sacrificio mi fanno per realizzare i miei sogni, spero che oggi ho mostrato loro il motivo per cui ci sacrifichiamo così tanto.

La vittoria di Matthews è stata la seconda finora per la squadra nel Tour di quest'anno, dopo una vittoria allo sprint nella fase 3 di Dylan Groenewegen . La squadra è entrata nel Tour puntando alla vittoria di tappa e i corridori hanno lottato duramente per essere parte dell'azione in ogni occasione.

Oltre ai due quasi incidenti di Matthews, anche l'unico pilota del Tour del primo anno della squadra, l'australiano Nick Schultz, è arrivato a pochi centimetri dalla vittoria nella tappa 10. Il 27enne è arrivato alla fuga principale della giornata con il compagno di squadra Jack Bauer e quasi ha vinto la tappa di 148 km.

Schultz ha fatto tutte le mosse giuste nell'arrivo in salita, andando netto nell'avvicinamento a Mègeve. La tappa si è ridotta a un drammatico duello tra il pilota australiano e danese Magnus Cort, con Schultz che alla fine si è accontentato del secondo posto.

"Era quasi perfetto, ma conosciamo Magnus Cort, ha già vinto tappe nei grandi tour ed era solo l'uomo migliore", ha detto Schultz, che ha anche guidato la nuova bici del team Propel Advanced SL. “Sono davvero contento del secondo posto, ma a dire il vero sono anche molto arrabbiato. Non capita tutti i giorni di vincere una tappa del Tour de France. Continuerò a provare e vedrò dove arriveremo".

Questo è il grido di battaglia per il Team BikeExchange-Jayco al Tour di quest'anno, e c'è ancora molta azione da fare mentre la gara si dirige verso i Pirenei e verso il traguardo a Parigi il 24 luglio.

Condividi