Groenewegen vince la sesta tappa al Tour de France!

giovedì 4 luglio 2024

Team / Atleti

Il campione nazionale olandese Dylan Groenewegen del team Jayco AlUla fa sua, al fotofinish, la sesta tappa del Tour!

Pedalando con la sua nuova Propel Advanced SL verniciata su misura con un ruote CADEX 50 Ultra e un manubrio integrato CADEX Aero , Groenewegen ha vinto lo sprint della sesta tappa con arrivo a Digione, dimostrando che ogni piccolo vantaggio aerodinamico è importante ottenendo una vittoria sottile nella parte anteriore di uno sprint frenetico sul campo.

Sfoggiando uno speciale casco Pursuit bianco con accenti rossi e blu, il corridore del Team Jayco AlUla ha preso lo sprint davanti al belga Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck), il vincitore della classifica a punti del Tour 2023. Tuttavia Philipsen è stato successivamente relegato in fondo al gruppo dalla giuria di gara per una manovra pericolosa negli ultimi 100 metri. Questa decisione arbitrale ha visto l'eritreo Biniam Girmay (Intermarché-Wanty) passare al secondo posto, con Fernando Gaviria (Movistar) balzato al terzo posto.

"Sono davvero felice, questa sensazione è così straordinaria", ha detto Groenewegen subito dopo la sua vittoria. “E con la maglia rossa, bianca e blu [del campione olandese]. Prima avevo detto che sarebbe stata una bella foto, ma era così vicina che non potevo festeggiare sul traguardo. Alla fine l'abbiamo preso. La squadra ha lavorato così duramente".

La tappa pianeggiante di 163,5 km da Mâcon a Digione è stata caratterizzata da piogge sparse e implacabili venti trasversali in tutta la regione della Borgogna che hanno diviso il gruppo, ostacolato eventuali fughe significative e, a 75 km rimanenti, hanno brevemente isolato il leader della corsa Tadej Pogačar dai suoi compagni di squadra .

Il team norvegese Uno-X Mobility ha preso il controllo del gruppo negli ultimi chilometri lungo il lato sinistro della strada, cercando di posizionare il velocista veterano Alexander Kristoff, ma sono stati superati da Alpecin-Deceuninck lungo il lato destro negli ultimi 500 metri, con il campione del mondo Mathieu van der Poel davanti a Philipsen.

Groenewegen, 31 anni, si è fatto strada tra il gruppo, facendo surf sulle ruote e lottando per la posizione finché non ha aggirato Philipsen e ha lanciato il suo sprint lungo il lato sinistro della strada, estendendo completamente la sua Propel Advanced SL oltre la linea e vincendo con un vantaggio di soli millimetri Philipsen.

Dopo alcuni secondi di tensione mentre gli ufficiali di gara esaminavano il filmato, Groenewegen è stato dichiarato vincitore, che è stato prontamente festeggiato con abbracci di congratulazioni da parte dei compagni di squadra del Team Jayco AlUla Luka Mezgec, Luke Durbridge, Michael Matthews e Christopher Juul-Jensen.

"Negli ultimi chilometri siamo rimasti calmi e al momento giusto siamo passati tra le scie", ha detto Groenewegen. “Ha rallentato, solo un po’, ed erano Uno-X e Alpecin, in lotta per la posizione, e poi me ne sono andato. C'era Philipsen sulla destra, correvamo uno accanto all'altro. Adoro questi sprint uno accanto all'altro e l'ho battuto proprio sul traguardo".

È stata la sesta vittoria di tappa in carriera di Groenewegen al Tour de France e la prima dal 3 luglio 2022, nella città danese di Sønderborg. Era la sua quinta vittoria del 2024, una stagione che ha incluso vittorie in sprint alla Ronde van Limburg, al Giro di Slovenia e al campionato nazionale olandese. È stata anche la sua prima vittoria di tappa al Tour con la maglia del campione olandese.

Secondo NTT Data, la velocità massima di Groenewegen nello sprint è stata di 71,0 km/h (44,1 mph), che ha raggiunto a 170 metri dal traguardo.

Con la vittoria Groenewegen è passato al settimo posto nella classifica a punti. E anche se punta a vincere ulteriori sprint al Tour di quest'anno, riconosce che è più facile a dirsi che a farsi.

"Una vittoria nella prima settimana significa molto per me, ma anche per la mia squadra", ha detto. “Il campo degli sprint è davvero forte, anche tutte le squadre in testa alla classifica sono davvero forti, ma sono molto orgoglioso di come abbiamo fatto oggi. Speriamo di poterlo fare di nuovo”.

Condividi