Messaggio importante sul COVID-19  Scopri di più

Blummenfelt distrugge il record del mondo Ironman!

lunedì 22 novembre 2021

Team / Atleti

Kristian Blummenfelt ha illuminato ancora una volta il mondo del triathlon, confermando la sua medaglia d'oro olimpica a Tokyo 2020(1) con una vittoria e un tempo record nella sua prima gara Ironman full-distance. Il triatleta Giant ha vinto l'Ironman Cozumel con un tempo di 7:21:12, battendo il precedente miglior tempo di oltre sei minuti.

Dopo aver vinto l'oro a Tokyo a luglio, Blummenfelt ha deciso di correre il suo primo evento Ironman full-distance. Fino a quel momento, il norvegese si era concentrato sugli eventi sprint e sulla distanza olimpica. Dopo la vittoria alle Olimpiadi, Blummenfelt ha anche vinto il Campionato mondiale di triathlon 2021, che si è svolto ad agosto a Edmonton, in Canada.

Blummenfelt ha poi scelto Cozumel, in Messico, per fare il suo debutto Ironman, primo degli appuntamenti full-distance in programma per il suo 2022, inclusi i Campionati del Mondo Ironman a Kona. Il 27enne è partito alla grande, completando la nuotata di 2,4 miglia al secondo posto, a soli 2 secondi dal tedesco Paul Schuster.

Da lì, Blummenfelt ha aumentato clamorosamente il ritmo con una frazione a dir poco dominante sulla sua Trinity Advanced Pro. Potendo contare su un sistema di ruote CADEX e sul casco Giant Rivet TT, ha percorso 112 miglia in 4:02:40, di gran lunga il tempo in bici più veloce di tutti.

Questo ha permesso a Blummenfelt di scappare verso la vittoria. Pur gareggiando per la prima volta sulla distanza marathon, il norvegese non ha sbagliato, chiudendo i 42 chilometri di corsa con un incredibile tempo di 2:35:24.

Il tempo record di Blummenfelt gli ha dato un margine di vittoria di 15:23 sul secondo classificato Ruedi Wild (Svizzera). Schuster è invece arrivato terzo, a 20:20 dal tempo di Blummenfelt.

Con l'oro olimpico, un titolo mondiale e ora una vittoria Ironman da record, non c'è dubbio che Blummenfelt sia stata la star del mondo del triathlon nel 2021. Ora il norvegese sposta il suo focus al 2022 quando cercherà di continuare la sua incredibile striscia positiva.

Condividi